Mastoplatica additiva

La mastoplastica additiva è l'intervento chirurgico volto ad aumentare il volume delle mammelle femminili.

INDICAZIONI

Nei soggetti con ipoplasia mammaria oggettiva o soggettiva, cioè nelle pazienti insoddisfatte dal proprio volume mammario o con mammelle ritenute troppo piccole dal soggetto stesso.

Soggetti di sesso maschile in corso di procedure per cambio di genere.

TECNICHE

L'intervento consiste nel posizionare delle protesi mammarie in silicone coesivo allo scopo di aumentarne il volume. Queste protesi di un volume concordato con la paziente in precedenza, possono essere posizionate al di sotto della ghiandola o del muscolo, a seconda della situazione soggettiva, utilizzando un'incisione che potrà essere sottomammaria, periareolare o ascellare che verrà anch'essa pianificata assieme alla paziente nella fase di progettazione dell'intervento.

Alla fine dell'intervento verrà posizionata una medicazione "stabilizzante" dell'impianto che verrà sostituita nei primi giorni con apposito reggiseno che andrà indossato per 24 ore al giorno per alcune settimane.

RISULTATI

Si avrà un aumento del volume mammario con ripristino di una gradevole armonia e di un effetto naturale.

DURATA

Il nuovo seno andrà incontro ad un processo di naturale invecchiamento con una naturale ridiscesa della ghiandola e della protesi che sarà, ovviamente maggiore, in proporzione al peso della mammella.

La presenza di protesi mammarie segnalata durante l'accertamento diagnostico non invaliderà gli esami come ecografia e mammografia, consentendo alla paziente i normali controlli preventivi.